Blog

Scopri l’universo dei Profumi.

1410585081527

I profumi delle emozioni: Buonumore

BUONUMORE

La sera al bar in piazza per l’aperitivo; un gruppo di amici chiacchiera allegramente, è venerdì sera e tutto il weekend davanti ti dà la carica per lasciare che la settimana scivoli via con i suoi impegni fitti, le riunioni, i ritardi e le beghe.
Adesso basta, per due giorni mi dedico a me.
Sento un profumo caldo nell’aria, agrumi … fiori … che dolcezza, il mio cuore si scioglie … un dito di vino bianco frizzante.

Sono pronta. La notte è mia. Adesso. Mi guardo intorno …. Buonumore.

LIMONE

parola chiave: ATTIVATORE
Utilizzi nei diffusori: antisettico e purificante, è indicato specialmente negli ambienti fumosi, per rinfrescare e profumare l’aria.
Aiuta ad allontanare il vizio del fumo.
Effetti della fragranza: antidepressivo e ansiolitico, migliora l’umore e porta la felicità.
Ha la capacità di alleviare la paura, alimenta la fiducia in se stessi, rallegra lo spirito.
Il suo profumo dolce, fresco e floreale lo rende molto gradito. Negli stati di convalescenza e di prostrazione fisica e psicologica rinvigorisce e stimola, calma i nervi, le tensioni da stress e gli stati d’ansia.

BERGAMOTTO

parola chiave: SOLLEVARE
Utilizzi nei diffusori: antisettico e purificante, è indicato specialmente negli ambienti fumosi, per rinfrescare e profumare l’aria.
Aiuta ad allontanare il vizio del fumo.
Effetti della fragranza: antidepressivo e ansiolitico, migliora l’umore e porta la felicità.
Ha la capacità di alleviare la paura, alimenta la fiducia in se stessi, rallegra lo spirito.
Il suo profumo dolce, fresco e floreale lo rende molto gradito.
Negli stati di convalescenza e di prostrazione fisica e psicologica rinvigorisce e stimola, calma i nervi, le tensioni da stress e gli stati d’ansia.
Ci aiuta a capire che il conflitto fa parte della vita ma la vita non è sempre conflitto.

MANDARINO

parola chiave: ABBRACCIO
Utilizzi nei diffusori: disinfetta l’aria.
Effetti della fragranza: ansia, insonnia, depressione.
Fa sentire protetti e sicuri, ottimo per i bambini piccoli quando si sentono impauriti o sperduti.
Adatta ai giovani e agli adolescenti inquieti. Calma le paure. Contro l’irritabilità e il nervosismo.
Rappresenta la capacità di aprire il cuore per consentirci di sperimentare la felicità.

OliARANCIA

parola chiave: RISVEGLIO
Utilizzi nei diffusori: balsamico e purificante.
Effetti della fragranza: riscalda l’atmosfera e la rende più frizzante. Facilita la concentrazione e lo studio delle materie umanistiche.
Porta gioia e felicità, combatte le paure e la freddezza dell’animo.
Aiuta a dissolvere paure e tristezze. Crea atmosfere calde e rilassanti in cui immergersi per ritrovare il naturale senso di allegria e ottimismo.
Lo stimolo creativo derivato dal suo impiego lo annovera tra gli oli preferiti dagli artisti.
Rappresenta la capacità di aprire il cuore per consentirci di sperimentare la felicità.

GELSOMINO

parola chiave: PIACERE
Effetti della fragranza: antistress, scaccia paura e depressioni. Allevia il travaglio durante il parto.
Difficoltà nei rapporti personali e nell’espressione della propria sessualità.
Per eliminare il dolore e il pessimismo.

BENZOINO

parola chiave: SPOSTARE
Effetti della fragranza: calmante e rilassante ottimo nelle miscele sensuali, abbassa le inibizioni.
Distoglie da un pensiero, indicato per i caratteri infiammabili.
Il benzoino è unʹessenza deliziosa, di cui Baudelaire diceva che “canta il trasporto dello spirito e dei sensi”, ha un odore caldo, dolce e leggermente vanigliato.
Resina riscaldante che lavora in profondità e aiuta a rimarginare ferite profonde; aiuta a liberarsi dal senso del giudizio, dal rimorso e dal senso di colpa.

CEDRO LEGNO

parola chiave: TRASFERIRE
Utilizzi nei diffusori: espettorante e balsamico.
Effetti della fragranza: favorisce l’autostima e la consapevolezza, equilibrante.
Quando ci si sente minacciati e scavalcati. Stimola la ghiandola pineale a rilasciare ormoni come la melatonina e l’ormone della crescita.
È un olio molto attivo sulla psiche, che stimola la chiarezza e aiuta a portare in superficie quello che è racchiuso nel profondo.
Le conifere aiutano a farci sentire solidi e a trovare in noi le risorse per fronteggiare la vita.

felicità-1

I profumi delle emozioni: Felicità

Il racconto dei profumi delle emozioni

Ogni parola assume senso e potenza solo se intesa nella mente di chi l’ha creata..

All’inizio pensavo che le emozioni fossero semplici da comprendere e quindi ho chiamato la mia serie EMOZIONI senza preoccuparmi di esprimere con chiarezza cosa c’è dietro ogni emozione, ogni profumo.

Adesso sento chiaramente che la ricchezza interiore di ogni nota mi chiede un’espressione di dettaglio.

Voglio allora raccontare attraverso un singolo scatto quali sensazioni, ricordi, desideri mi hanno ispirato nella creazione dei profumi delle emozioni.

È un regalo che faccio a me stessa e a tutti voi: emozioni narrate, fotografate, vissute.

FELICITÀ

Quando il sabato pomeriggio alla fine di marzo porti i tuoi figli in campagna in bicicletta a raccogliere i fiori di campo e il vento tiepido fa scorrere in cielo nuvole fresche e leggere che ti salutano veloci.

Hai portato con te un pallone leggero per lasciare i bimbi a giocare mentre ti crogioli al sole stesa su un plaid a quadretti verdi, che si intona con il prato.

Quel languore di benessere che provi è forse la primavera?

Ascolta bene…si è la primavera, ma quella che è dentro di te, è la tua vita di ogni giorno, devi solo osservarla e la troverai nei tuoi gesti quotidiani, nel tuo esserci.

Felicità. Ogni giorno. Per te.

 

BERGAMOTTO

parola chiave: SOLLEVARE
Utilizzi nei diffusori: antisettico e purificante, è indicato specialmente negli ambienti fumosi, per rinfrescare e profumare l’aria.
Aiuta ad allontanare il vizio del fumo.
Effetti della fragranza: antidepressivo e ansiolitico, migliora l’umore e porta la felicità.
Ha la capacità di alleviare la paura, alimenta la fiducia in se stessi, rallegra lo spirito.
Il suo profumo dolce, fresco e floreale lo rende molto gradito.
Negli stati di convalescenza e di prostrazione fisica e psicologica rinvigorisce e stimola, calma i nervi, le tensioni da stress e gli stati d’ansia.

 

YLANG YLANG

parola chiave: SERENITÀ
Utilizzi nei diffusori: rallenta la respirazione e i battiti.
Effetti della fragranza: afrodisiaco, freddezza nei sentimenti, blocchi emotivi, difficoltà a mostrare dolcezza.
Odio, eccessi di collera, freddezza interiore. L’essenza svolge un’azione calmante e sembra essere in grado di abbassare la pressione arteriosa e di attenuare disturbi a carico del sistema nervoso.
Crea un senso di pace e scioglie la rabbia che è ostacolo alla meditazione, alla guarigione e a tutte le attività spirituali.
Il suo profumo allontana il dubbio, l’insicurezza, l’instabilità e i sentimenti bloccati.

POMPELMO

parola chiave: SBLOCCARE
Utilizzi nei diffusori: antisettico.
Effetti della fragranza: stimola concentrazione e attenzione, superlavoro, stress.
L’olio essenziale di pompelmo è tonico ed euforizzante, contrasta gli esaurimenti sia mentali che fisici. Eccellente per stimolare l’autostima e la coscienza del proprio valore, ottimo al mattino quando ci si sente depressi e giù di morale perché trasmette voglia di vivere, leggerezza e benessere.
Tratta le condizioni di flemma che sono le nostre ossessioni e i rimpianti.

contenitori per idrolati purissimiARANCIA

parola chiave: RISVEGLIO
Utilizzi nei diffusori: balsamico e purificante.
Effetti della fragranza: riscalda l’atmosfera e la rende più frizzante. Facilita la concentrazione e lo studio delle materie umanistiche.
Porta gioia e felicità, combatte le paure e la freddezza dell’animo. Aiuta a dissolvere paure e tristezze. Crea atmosfere calde e rilassanti in cui immergersi per ritrovare il naturale senso di allegria e ottimismo.
Lo stimolo creativo derivato dal suo impiego lo annovera tra gli oli preferiti dagli artisti.
Rappresenta la capacità di aprire il cuore per consentirci di sperimentare la felicità.

CEDRO LEGNO

parola chiave: TRASFERIRE
Utilizzi nei diffusori: espettorante e balsamico.
Effetti della fragranza: favorisce l’autostima e la consapevolezza, equilibrante.
Quando ci si sente minacciati e scavalcati. Stimola la ghiandola pineale a rilasciare ormoni come la melatonina e l’ormone della crescita.
È un olio molto attivo sulla psiche, che stimola la chiarezza e aiuta a portare in superficie quello che è racchiuso nel profondo.
Le conifere aiutano a farci sentire solidi e a trovare in noi le risorse per fronteggiare la vita.

piante aromatiche

La Profumeria Botanica

Molti di noi non sanno cosa sia la profumeria botanica, perché di fatto, nonostante sia veicolo di vero benessere, non è molto diffusa.

Non è strano, fa semplicemente parte del sistema globale.
Mi spiego meglio, oggigiorno ognuno di noi vive immerso in miliardi di stimoli quotidiani, la maggior parte dei quali sono stimoli visivi, ma moltissimi sono stimoli olfattivi; in poche parole siamo sommersi dalle immagini e dagli odori.

Migliaia di odori, soprattutto artificiali, penetrano le nostre narici, così tanto che abbiamo assuefatto il delicato senso dell’olfatto agli odori della chimica di sintesi, odore di petrolio, di plastica, di asfalto, di carburante, di detersivo, di disinfettante.

Moltissimi allievi dei miei corsi rimangono sbalorditi quando gli faccio annusare l’olio essenziale di lavanda, uno dei più comuni, che fa parte della memoria olfattiva di ognuno di noi.

Purtroppo tanti non lo riconoscono, perché il loro olfatto ha memorizzato il profumo di lavanda del detersivo per lavatrice o del detergente per pavimenti, frutto della pura chimica che seleziona alcune componenti della lavanda, le ricrea in laboratorio e ci insegna che quello è il profumo della lavanda.

Mi ricorda tanto il fenomeno della selezione della moda: noi non troviamo nei negozi le vere e intere collezioni delle case di moda, ma solo quello che il buyer ha deciso di farci trovare nei negozi.

Oggi quasi nessuno va in campagna ad annusare i fiori, gli alberi, la terra, quasi tutti invece conosciamo l’aroma del muschio bianco, quello dei detersivi, dei profumi estetici, odore inesistente in natura.
Voglio dire che il condizionamento olfattivo contemporaneo è tale che riappropriarsi degli odori naturali per utilizzarli per il nostro benessere, imparare che ogni odore naturale agirà sulla nostra memoria olfattiva e di conseguenza sul nostro inconscio attivando tutta una serie di trasformazioni personali, è un lavoro arduo che richiede conoscenza, impegno e determinazione.

Quando io ero bambina, vivendo in un piccolo paese, avevo un contatto stretto con la campagna, con i fiori, con la frutta; uno dei giochi preferiti era quello di spruzzarci schiacciando la buccia dei mandarini, in poche parole ci facevamo aromaterapia ed eravamo sereni, e ridevamo sempre.

Oggi i nostri figli non riconoscono nemmeno l’odore di mandarino, perché probabilmente non inseriscono la frutta nei videogiochi.
Tutti gli odori naturali hanno naturali principi attivi e proprietà che agiranno sul nostro fisico e sulla nostra mente, anche se noi non ci crediamo o non vogliamo, proprio come quando schiacciavamo la buccia dei mandarini e ridevamo felici.

La profumeria botanica utilizza esclusivamente materie naturali e questo è un punto di forza, ma al contempo è un problema di mercato perché l’aroma sarà leggermente diverso ogni volta che utilizzeremo un diverso lotto di oli essenziali.
Inoltre il profumo naturale non avrà mai lo stesso sentore dei profumi classici in base d’alcol, frutto, per la maggior parte, di sostanze di sintesi, di rielaborazione e creazione di molecole inesistenti in natura.

La profumeria classica è una profumeria prettamente estetica che sacrifica il potere delle sinergie e delle proprietà degli oli essenziali, a favore di un prodotto gradevole all’olfatto ma soprattutto economico.
Quello che si paga oggi in una scintillante boccetta di vetro molato o di cristallo è al 90% la confezione.

Il profumo naturale, proprio per essere coerente, non richiede boccette preziose, quello che si paga acquistandolo è il contenuto e non il contenitore.

Proprio per questo l’etica della profumeria botanica non è adatta a tutti, solo alcuni potranno goderne: coloro che amano le cose naturali, che ricercano il benessere, che sono attenti all’ecologia e al green, e soprattutto coloro che non sopportano i profumi chimici e come me soffrono di nausea e mal di testa al solo passare davanti ad una profumeria.

La profumeria botanica inoltre, per le proprietà intrinseche agli oli essenziali che la compongono, è uno strumento molto potente per sanificare l’aria, eliminare i cattivi odori, ridurre muffe, batteri e virus, deodorare l’aria in modo delicato ed efficace, donare comfort e piacevolezza agli ambienti in cui viene diffusa, creare atmosfere che oggettivamente lavorano sul nostro umore.

Per avvicinarsi alla profumeria botanica, un buon esercizio è quello di cominciare ad annusare tutte le così naturali che ci circondano, i fiori, le piante, gli alberi, l’aria, la frutta.

L’esercizio olfattivo, oltre a migliorare la nostra capacità di riconoscere gli odori, di usufruire dei principi attivi delle sostanze naturali, e di metterci in contatto con le nostre memorie olfattive attivando tutta una serie di ricordi inconsci, è un valido sistema per recuperare la qualità di olfazione di chiunque abbia un problema di anosmia che non dipenda dalla frattura del nervo olfattivo.

Possiamo perciò affermare con certezza che la profumeria botanica non è solo profumeria estetica, ma soprattutto è uno strumento di benessere psicofisico.

I suoi vantaggi consistono nel creare atmosfere sanificate e stimolanti per il nostro comfort psicofisico e di non avere effetti collaterali (ad eccezione di specifiche intolleranze), e il suo limite è dato dalla impossibilità materiale di ricreare esattamente lo stesso identico profumo.

A voi la scelta.