Blog

Scopri l’universo dei Profumi.

I profumi delle emozioni: Passione

IL RACCONTO DEI PROFUMI DELLE EMOZIONI

Ogni parola assume senso e potenza solo se intesa nella mente di chi l’ha creata..

All’inizio pensavo che le emozioni fossero semplici da comprendere e quindi ho chiamato la mia serie EMOZIONI senza preoccuparmi di esprimere con chiarezza cosa c’è dietro ogni emozione, ogni profumo.

Adesso sento chiaramente che la ricchezza interiore di ogni nota mi chiede un’espressione di dettaglio.

Voglio allora raccontare attraverso un singolo scatto quali sensazioni, ricordi, desideri mi hanno ispirato nella creazione dei profumi delle emozioni.

È un regalo che faccio a me stessa e a tutti voi: emozioni narrate, fotografate, vissute.

PASSIONE

Una camera d’albergo, sola con i miei pensieri, musica di sottofondo: un tango.

So che non dovrei farlo, ma voglio farlo, brividi sulla pelle per quel velato senso di peccaminoso che si insinua nella mente e nel cuore.

Non c’è più tempo. La sigaretta si è spenta. Passi lievi fuori dalla porta, ecco è arrivato.

Finalmente!

È l’amore… Passione.

 

Prodotto con oli essenziali di:

    • YLANG YLANG parola chiave: SERENITÀ
      Utilizzi nei diffusori: rallenta la respirazione e i battiti.
      Effetti della fragranza: afrodisiaco, freddezza nei sentimenti, blocchi emotivi, difficoltà a mostrare dolcezza.
      Odio, eccessi di collera, freddezza interiore. L’essenza svolge un’azione calmante e sembra essere in grado di abbassare la pressione arteriosa e di attenuare disturbi a carico del sistema nervoso.
      Crea un senso di pace e scioglie la rabbia che è ostacolo alla meditazione, alla guarigione e a tutte le attività spirituali.
      Il suo profumo allontana il dubbio, l’insicurezza, l’instabilità e i sentimenti bloccati.

 

    • ZENZERO parola chiave: REAZIONE
      Utilizzi nella lampada: antisettico.
      Effetti della fragranza: afrodisiaco, contro la monotonia, lo sconforto, e contro la solitudine e l’autoisolamento.
      Lo zenzero è uno stimolante generale ed un efficace ricostituente conosciuto da molto tempo per lottare contro l’affaticamento, l’astenia e l’impotenza.
      Come tutte le essenze derivate da parti sotterranee della pianta serve ad ancorare alla realtà.

 

    • PATCHOULI parola chiave: BILANCIAMENTO
      Utilizzi nei diffusori: depressione, ansia e irritabilità
      Consigliato negli sbalzi d’umore.
      L’olio essenziale di patchouli è rilassante ed aiuta ad alleviare lo stress, l’affaticamento emozionale e l’insonnia.
      Aiuta a mettere insieme le idee e fa sorgere in noi il desiderio di superare i limiti interni ed esterni, per trovare nuove vie.
      Il patchouli viene ricavato da foglie fermentate, che è un processo di trasformazione che simbolicamente rappresenta la nostra capacità di rinnovare in profondità l’impostazione di base della vita, il nostro imprinting, per poter evolvere.

 

    • PEPE parola chiave: ACCELERARE
      Utilizzi nei diffusori: antisettico.
      Effetti della fragranza: inappetenza, astenia e stanchezza.
      Rimuove i blocchi emotivi, perdita di memoria, amnesia, paralisi.
      Può stimolare l’attività e le funzioni cerebrali, dando vigore e forza alle idee che si sono raffreddate, rinsaldando il coraggio, e rinforzando la mente.
      Rappresenta la spinta verso un livello successivo, accelera tutte le reazioni e i movimenti dell’energia.
      Riduce le paure e sostiene il cambiamento.

 

    • BERGAMOTTO parola chiave: SOLLEVARE
      Utilizzi nei diffusori: antisettico e purificante, è indicato specialmente negli ambienti fumosi, per rinfrescare e profumare l’aria.
      Aiuta ad allontanare il vizio del fumo.
      Effetti della fragranza: antidepressivo e ansiolitico, migliora l’umore e porta la felicità.
      Ha la capacità di alleviare la paura, alimenta la fiducia in se stessi, rallegra lo spirito.
      Il suo profumo dolce, fresco e floreale lo rende molto gradito.
      Negli stati di convalescenza e di prostrazione fisica e psicologica rinvigorisce e stimola, calma i nervi, le tensioni da stress e gli stati d’ansia.

 

  • CEDRO LEGNO parola chiave: TRASFERIRE
    Utilizzi nei diffusori: espettorante e balsamico.
    Effetti della fragranza: favorisce l’autostima e la consapevolezza, equilibrante.
    Quando ci si sente minacciati e scavalcati. Stimola la ghiandola pineale a rilasciare ormoni come la melatonina e l’ormone della crescita.
    È un olio molto attivo sulla psiche, che stimola la chiarezza e aiuta a portare in superficie quello che è racchiuso nel profondo.
    Le conifere aiutano a farci sentire solidi e a trovare in noi le risorse per fronteggiare la vita.

I profumi delle emozioni: Concentrazione

IL RACCONTO DEI PROFUMI DELLE EMOZIONI

Ogni parola assume senso e potenza solo se intesa nella mente di chi l’ha creata..

All’inizio pensavo che le emozioni fossero semplici da comprendere e quindi ho chiamato la mia serie EMOZIONI senza preoccuparmi di esprimere con chiarezza cosa c’è dietro ogni emozione, ogni profumo.

Adesso sento chiaramente che la ricchezza interiore di ogni nota mi chiede un’espressione di dettaglio.

Voglio allora raccontare attraverso un singolo scatto quali sensazioni, ricordi, desideri mi hanno ispirato nella creazione dei profumi delle emozioni.

È un regalo che faccio a me stessa e a tutti voi: emozioni narrate, fotografate, vissute.

CONCENTRAZIONE

California, autostrade come lunghi nastri argentati in mezzo a una natura distesa e assetata.

Il vento caldo ti scompiglia i capelli, la tua visione è fuori fuoco, il tuo respiro quasi affannoso: vorresti aggrapparti a qualcosa, a un’idea, vorresti vedere un’oasi.

Il cielo è omogeneo, di quell’azzurro che acceca.

Ti fermi a pensare, ti osservi pensare, cerchi di ricordare.

Stai lì sospeso fra cielo e terra, dove vai? Dove vuoi planare? Qual è il tuo obiettivo?

Concentrati, è il momento di scegliere… Concentrazione.

 

Prodotto con oli essenziali di:

  • LIMONE parola chiave: ATTIVATORE
    Utilizzi nei diffusori: fortemente antisettico, debella i patogeni presenti nell’ambiente.

    Effetti della fragranza: rende vigili e attivi, stimola l’attenzione.
    Evita gli errori di distrazione, potenzia le capacità di rendimento, aumenta la concentrazione, rinforza l’attenzione.
    Vaporizzarlo in ambienti dove la richiesta di attenzione è al massimo (scuola, uffici, seminari).
    Risveglia le energie vitali, dona sicurezza, fiducia in se stessi. Stimola la comunicazione.
    Fra gli agrumi è quello deputato a rimuovere ostruzioni e accumuli di fluidi.
    Aiuta a sviluppare flessibilità nel condurre la vita senza farci travolgere dalle emozioni.
    Aiuta a trovare una direzione e a restringere le possibilità per concretizzarle in qualcosa.

  • MENTA ARVENSIS parola chiave: STIMOLARE
    Utilizzi nei diffusori: pulisce l’aria
    Effetti della fragranza: libera la mente, favorisce la concentrazione e il riposo.
    Indicata per leggere e lavorare al computer.
    Aumenta l’energia e sostiene nei momenti di grande sforzo.
    Agisce rapidamente, rianima e dà vigore e al tempo stesso calma essendo rinfrescante.

  • POMPELMO parola chiave: SBLOCCARE
    Utilizzi nei diffusori: antisettico.
    Effetti della fragranza: stimola concentrazione e attenzione, superlavoro, stress.
    L’olio essenziale di pompelmo è tonico ed euforizzante, contrasta gli esaurimenti sia mentali che fisici. Eccellente per stimolare l’autostima e la coscienza del proprio valore, ottimo al mattino quando ci si sente depressi e giù di morale perché trasmette voglia di vivere, leggerezza e benessere.
    Tratta le condizioni di flemma che sono le nostre ossessioni e i rimpianti.

  • BERGAMOTTO parola chiave: SOLLEVARE
    Utilizzi nei diffusori: antisettico e purificante, è indicato specialmente negli ambienti fumosi, per rinfrescare e profumare l’aria.
    Aiuta ad allontanare il vizio del fumo.
    Effetti della fragranza: antidepressivo e ansiolitico, migliora l’umore e porta la felicità.
    Ha la capacità di alleviare la paura, alimenta la fiducia in se stessi, rallegra lo spirito.
    Il suo profumo dolce, fresco e floreale lo rende molto gradito.
    Negli stati di convalescenza e di prostrazione fisica e psicologica rinvigorisce e stimola, calma i nervi, le tensioni da stress e gli stati d’ansia.

  • INCENSO parola chiave: ELEVAZIONE
    Utilizzi nei diffusori: purificante per l’aria.

    Effetti della fragranza: ansia, paura, difficoltà respiratorie.
    Blocchi emotivi, disperazione, paure irrazionali.
    Ideale per la meditazione, è usato fin dall’antichità per purificazione e ispirazione, calma i sentimenti più tormentati e produce rilassamento e gioia.
    Curiosità: l’aroma dell’incenso sia nell’ambito religioso che magico-esoterico, contribuisce a creare un tramite tra l’umano e il divino, purifica l’ambiente dalle influenze negative, stimola le facoltà psichiche superiori.
    Le resine lavorano in profondità e quindi attivano trasformazioni profonde.
    Favorisce la cicatrizzazione di ferite fisiche e psichiche.
olfazione a caldo di oli essenziali

Come riconoscere un profumo botanico con ingredienti naturali

Molti mi chiedono di spiegare come riconoscere un profumo botanico naturale da un profumo di sintesi.

È facilissimo, basta guardare l’elenco degli ingredienti che lo compongono, in poche parole meno sono meglio è perché minore è la possibilità di trovare un prodotto artefatto.

 

L’etichetta di un profumo naturale inoltre, non ha nomi incomprensibili, ad eccezione dei nomi latini degli oli essenziali contenuti (che a volte non serve elencare).

L’etichetta di un profumo naturale è semplice e può contenere: oli essenziali e olio vettore, se si tratta di un profumo in base d’olio; oli essenziali, olio vettore e cera d’api o vegetale, burro vegetale se trattasi di profumo solido e infine oli essenziali, idrolati e alcol vegetale se parliamo di un profumo in base d’alcol.

Niente altro.

tarocchiI profumi in base d’alcol, che io non uso perché l’alcol mi nausea, possono comunque essere considerati naturali, salvo verificare origini e qualità dell’alcol che li compone.

Io prediligo i profumi in base d’olio, non solo perché mantengono intatto l’aroma originale dell’olio essenziale, ma anche perché, a mio avviso, l’olio vettore che sia di mandorla, di vinaccioli o di jojoba, rende naturalmente più disponibili le proprietà ed i principi attivi degli oli essenziali.

 

Possiamo immaginare gli oli essenziali come composti da piccole sfere chiuse che rilasciano il loro contenuto solo quando un solvente riesce a creare dei varchi sulla loro superficie esterna.

L’olio vettore quindi è come una chiave che apre la porta e sprigiona il prezioso contenuto delle essenze.

 

L’alcol è anch’esso un solvente, ma io lo percepisco come una forzatura su un materiale che è si potente ma anche delicato, da trattare con rispetto per riuscire a godere della totalità delle sue caratteristiche.

In qualche modo l’alcol trasforma la qualità olfattiva dell’essenza connotandola con un retrogusto a mio avviso prevaricante.

 

Altra caratteristica fondamentale da considerare per valutare la naturalità del profumo è il metodo di estrazione degli oli essenziali utilizzati.

I metodi sono vari, ma quello più naturale è la distillazione in corrente di vapore che non aggiunge niente al contenuto delle piante e soprattutto può essere modulata secondo i tempi di rilascio della pianta, senza forzare per ottenere più distillato.

Alcuni materiali da distillare, per esempio i petali di alcuni fiori, invece sono così delicati che non possono essere distillati con il vapore perché il calore distrugge le proprietà olfattive dell’olio e quindi gli oli essenziali vengono ottenuti con sistemi a bassa temperatura grazie all’uso di solventi chimici.

Questo procedimento utilizza solventi più o meno innocui per l’uomo, che rendono l’olio essenziale ottenuto non completamente adatto all’uso aromaterapico.

Giardino aromatico e allenamento olfattivo

Altro metodo estrattivo considerato naturale è la pressatura delle bucce, metodo di estrazione delle essenze degli agrumi. Queste essenze risultano molto gradevoli, molto efficaci, ma anche molto delicate, infatti non avendo sopportato le alte temperature del vapore, non amano il caldo e vanno tenute al fresco ed utilizzate entro un anno dall’apertura della boccetta.

 

Un capitolo a sé sono gli idrolati, le cosiddette acque aromatiche, come l’acqua di rosa o di lavanda.

Gli idrolati vengono prodotti con la distillazione in corrente di vapore, in pratica è l’acqua che rimane dopo la distillazione, un’acqua che rimane aromatizzata da una piccola quantità di oli essenziali, una quantità tale da rendere l’idrolato adatto a qualsiasi uso, anche all’ingestione.

Ovviamente bisogna essere certi della qualità e della purezza dell’idrolato, altrimenti tutti i discorsi fatti non valgono.

L’etichetta di un idrolato contiene un unico ingrediente: idrolato di…

Se nell’etichetta ci sono additivi, conservanti o altro non si sta parlando di idrolato, ma di acque che sono diventate aromatiche perché additivate.

 

In ogni caso il mio consiglio è di seguire il vostro naso.

Ognuno di noi dentro di sé percepisce sempre la qualità di quello che abbiamo davanti.

Sono le nostre sovrastrutture che ci impediscono di capire ciò che in realtà sappiamo già.

Diffusore Arômantique

Chi ha bisogno di un diffusore?

A volte rifletto su quanto improbabile possa apparire la mia scelta di trasformare l’attività di ristrutturazione di edifici, in un lavoro così etereo e impalpabile come quello di creare profumi per ambienti.

Eppure mi rendo conto che esiste un filo rosso che lega queste due professioni, ed è quello di risolvere un problema abitativo.
Certo, l’aspetto che più adoro della mia nuova attività, è quello di riuscire a racchiudere in una boccetta un’emozione, una qualità, una caratteristica che il cliente vuole esprimere, con cui vuole mostrarsi al pubblico.
Sto parlando della creazione del logo olfattivo, dell’immagine odorosa che rimarrà inchiodata nella memoria olfattiva del cliente per tutta la vita.
Ma questa poetica visione può sembrare un vezzo, un capriccio, non una necessità.
Allora non possiamo dimenticare che diffondere nell’ambiente un profumo naturale usando un diffusore ionizzante, risolve molti problemi legati all’odore dei luoghi.

Il risultato è stato che dopo due giorni di funzionamento quasi ininterrotto l’odore di muffa era sparita. Adesso, dopo 2 anni a volte riemerge un odore di chiuso, ma so come fare.

Diffusore ArômantiquePuò essere sorprendente l’efficacia di un diffusore ionizzante nei casi in cui odori persistenti appestino l’aria, o nei piani terra che soffrono di più dei problemi di umidità, o negli ambienti dove non c’è ricambio d’aria e l’odore di chiuso a volte toglie il respiro.
La giusta miscela di oli essenziali può eliminare l’odore di fumo, di muffa, di chiuso, senza utilizzare cloro o altre sostanze di sintesi.

Anche in questo caso, la scelta delle miscele da utilizzare è fondamentale, ed ovviamente ci orienteremo verso miscele che hanno un effetto rinfrescante, sanificante, profumante.

Solo nei casi in cui si intende risolvere un problema specifico io consiglio l’utilizzo di oli essenziali puri, non miscelati con olio di mandorla, in quanto l’effetto deve essere di trasformare la struttura chimica dell’aria grazie proprio alla composizione degli oli essenziali.
Per qualcuno l’aroma risulterà troppo intenso, ma questo sarà necessario fino alla risoluzione del problema.
Successivamente si ricomincerà a usare miscele più soft, più adatte alla nostra sensibilità olfattiva.

Una volta provato un diffusore ionizzante non potremo più farne a meno: il nostro olfatto ci richiederà un magico aroma sempre, in soggiorno, in camera, in bagno.
E quello che accadrà ci riempirà di soddisfazione: in ufficio si lavorerà più concentrati, in reception ci sarà più armonia, in camera si dormirà come bambini, nella spa ci sembrerà di essere in un giardino tropicale, nella hall nasceranno nuove amicizie, il bagno ci sembrerà fresco e pulito.
E il nostro animo sarà equilibrato e sereno.

Chi ci rinuncia?
Nessuno vorrà tornare nella grigia monotonia di una vita senza coccole all’olfatto, il nostro senso dimenticato. Usate i prodotti della natura per volervi bene e vivrete meglio.

Perché scrivo…

Fin da quando ero bambina, mi è sempre piaciuto appuntare su diari e quaderni le mie idee, le frasi che mi appartenevano, i pensieri che mi ispiravano e i sogni che facevo ad occhi aperti.

Adesso vorrei mettere in fila i pensieri fondanti della mia nuova vita, quella cominciata a 50 anni.

Si perché dopo 30 anni di onorata carriera come architetto, da studente ho vinto un concorso di design, e da professionista ho lavorato al più grande lavoro edilizio italiano degli anni 90, a 50 anni ho deciso di cambiare tutto.

Oggi, dopo un’intera vita passata a realizzare progetti per architetture di qualità, di spazi a misura d’uomo, di ambienti per vivere meglio, mi trovo a credere in qualcosa di ancora più intenso, più emozionante, più magico: creare spazi di vero benessere grazie alla profumeria botanica, la profumeria totally green, priva di qualsiasi sostanza di sintesi.

La titolare di Arômantique, Maria Letizia LongoUn giorno, quasi per caso, ho scoperto il potere degli oli essenziali, potrei riassumere così quello che mi è accaduto: poche gocce di olio essenziale di timo hanno cambiato la mia vita.

Tanti anni fa, quando il mio figlio minore aveva 3 o 4 anni, il pediatra gli prescrisse degli oli essenziali per eliminare un intasamento delle vie respiratorie che sopravviveva da mesi agli antibiotici; qualsiasi cura fino ad allora era stata inefficace, ma con 3 giorni di oli essenziali il bimbo guarì completamente e definitivamente.

Ma all’epoca io non ero pronta e non ci feci molto caso.

Qualche anno fa invece una naturopata mi chiese se avessi mai provato ad usare gli oli essenziali per la mia annosa artrite, e mi chiese quale odore mi piacesse fra i 5 o 6 che lei aveva disponibili.

Mi elencò vari nomi e poi mi disse: ti piace il timo? Io pensai alle fantastiche zucchine alla griglia con aroma di timo che mia cognata preparava spesso e risposi di si.

Cominciai allora a fare dei massaggi ai piedi e alle mani con poche gocce di olio essenziale di timo in olio d’oliva. E fu così che la mia vita cambiò!

Mi piace pensare a un piccolo miracolo, alla mia rinascita, al risveglio: quando cominciai ad usare la miscela al timo, camminavo pochissimo e evitavo di fare molte attività quotidiane che mi risultavano difficili e faticose.

Adesso, dopo un lungo e intenso percorso di trasformazione personale, faccio moltissime cose, non necessariamente le stesse di prima, altre, più congeniali a me, ma soprattutto, la vera sorpresa è che riesco a scegliere perché so che posso.

Yes I can.

Adesso inseguo la passione, quel fuoco interiore che ti permette di creare anche da situazioni impossibili un’esperienza di crescita, una nuova possibilità.

Questo sono gli oli essenziali per me: uno strumento di benessere, una via per stare bene accettandosi e per trasformare ogni proprio aspetto in una potenzialità positiva.

Il cammino di evoluzione non è facile e non è semplice, è un lungo percorso complesso irto di difficoltà, ma chiunque lo intraprenda sa che può ottenere grandiosi risultati.

Quello che è successo a me, in poche parole, è stato il cambiamento del mio punto di vista sulla mia malattia: l’artrite reumatoide.

Si perché io avevo ed ho tuttora dei problemi articolari che mi impediscono di camminare a lungo, di alzare le braccia, di svitare un tappo e tante altre piccole azioni quotidiane che possono trasformare la vita di ogni giorno in un vero inferno.

Quando ho cominciato a usare regolarmente gli oli essenziali, sono bastati pochi giorni per guardare ogni cosa con occhi nuovi.

Fin da subito ho ricominciato a fare cose che avevo smesso di fare da tempo, come guidare e camminare. Non è stato un miracolo che ha eliminato il problema, non è sparita l’artrite, e nemmeno i dolori articolari, quello che è accaduto, semplicemente, è stato che io non vedevo più la mia situazione di salute come un’inibizione totale alla vita, come era da molto tempo.

Talvolta, dopo aver cominciato a usare le essenze, mi sorprendevo a cantare, talvolta mi sentivo felice, altre volte ridevo a crepapelle come sappiamo fare solo da ragazzi.

E dopo un po’ queste cose sono diventate un’abitudine.

Solo da poco, seguendo il mio primo corso professionale di aromaterapia ho scoperto che l’olio di timo, il primo che ho usato, è il cosiddetto olio del coraggio.

Nel mio caso si trattava del coraggio di vivere, di vivere lo stesso in mezzo a tante difficoltà. È stato solo allora che ho capito le enormi potenzialità degli aromi per il nostro benessere, per la nostra trasformazione ed evoluzione, per la nostra prospettiva di vita.

Un po’ per gioco, un po’ per la mia nuova coraggiosa natura, ho cominciato a studiare gli oli essenziali e i loro effetti, ma non bastava perché quell’aroma di erboristeria che mi aleggiava intorno non sempre mi sembrava gradevole.

Ho deciso allora che questo potentissimo strumento doveva essere migliorato studiando miscele che oltre a fare bene dovevano rispettare anche alcuni canoni estetici e di armonia, per dare all’utilizzatore piacere olfattivo durante l’utilizzo.

Nasce così Aromantique, brand che riunisce in sé “aroma e romantico”, dove romantico è inteso come ciò che parla al nostro cuore, alle nostre emozioni.

Aromantique oggi è un piccolo laboratorio artigiano, un magico garden atelier, dove le essenze vengono trasformate in profumi d’ambiente per il nostro benessere e dove si tengono corsi brevi di profumeria botanica, per spiegare anche ai non addetti, i pochi principi basilari, sufficienti a realizzare il profumo del proprio benessere, della propria crescita personale.

I profumi Aromantique sono profumi per stare bene, per ritrovare l’equilibrio, per scegliere il giusto cammino, per affrontare la vita nel migliore dei modi.

Ogni profumo Aromantique è studiato infatti per avere uno specifico effetto emozionale, per stimolare la trasformazione e la ricerca della propria strada.

OliAromantique crea anche profumi su progetto, cioè risponde alle specifiche richieste della clientela, basando le miscele sia sulle proprietà aromaterapiche degli oli essenziali, che sulle loro sinergie e infine anche sull’accordatura delle note olfattive.

Alcuni dei progetti creati poi entrano a far parte delle edizioni speciali Aromantique.

La linea standard Aromantique si chiama “Emozioni” ed è composta da 8 profumi che stimolano 8 emozioni:

  • Felicità
  • Energia
  • Concentrazione
  • Gioia
  • Serenità
  • Passione
  • Buonumore
  • Creatività

Le edizioni speciali invece comprendono:

  • Gli Angeli
  • Gli Arcangeli
  • I Tarocchi
  • Prosperità
  • Bianco
  • Fata
  • Signoria

Infine ci sono varie profumazioni studiate con uno specifico scopo aromaterapico di dettaglio, come:

  • Reiki
  • Yin E Yang

Ed altre collegate ad un evento, come:

  • Liaison
  • 1476
  • Il Messaggero.

I profumi delle emozioni: Creatività

IL RACCONTO DEI PROFUMI DELLE EMOZIONI

ogni parola assume senso e potenza solo se intesa nella mente di chi l’ha creata..

All’inizio pensavo che le emozioni fossero semplici da comprendere e quindi ho chiamato la mia serie EMOZIONI senza preoccuparmi di esprimere con chiarezza cosa c’è dietro ogni emozione, ogni profumo.

Adesso sento chiaramente che la ricchezza interiore di ogni nota mi chiede un’espressione di dettaglio.

Voglio allora raccontare attraverso un singolo scatto quali sensazioni, ricordi, desideri mi hanno ispirato nella creazione dei profumi delle emozioni.

E’ un regalo che faccio a me stessa e a tutti voi: emozioni narrate, fotografate, vissute.

CREATIVITÀ

Finalmente un weekend di relax, abbiamo deciso di inseguire il profumo degli aranci, siamo vicini a Imperia, alloggiamo in un piccolo casale in collina, con le finestre che si aprono su un terrazzamento coltivato ad aranci amari.

Le zagare ci precedono, ci indicano la strada: che bello farsi guidare dall’aroma trasportato dal vento.
Rivediamo gli amici dell’estate, che allegria, quanti ricordi.

Noi donne vogliamo proprio essere lì, vogliamo stare insieme, vogliamo arricchire la nostra storia con nuove avventure, aprirci a nuove incredibili esperienze.

Un dialogo fra i nostri pensieri nascosti, un racconto di essenze e di profumi, di donne, l’altra metà del cielo, mistero e compiutezza insieme…Creatività.

Prodotto con oli essenziali di:

NEROLI parola chiave: BELLEZZA

Effetti della fragranza: antidepressivo, per shock emotivi, per insonnia. Aiuta ad amarsi a prendersi cura di sé e a viziarsi. A riconoscere la bellezza e a goderne, ad apprezzarsi e accettarsi.
Aiuta il processo di trasformazione individuale.

YLANG YLANG parola chiave: SERENITÀ

Utilizzi nei diffusori: rallenta la respirazione e i battiti.
Effetti della fragranza: afrodisiaco, freddezza nei sentimenti, blocchi emotivi, difficoltà a mostrare dolcezza.
Odio, eccessi di collera, freddezza interiore. L’essenza svolge un’azione calmante e sembra essere in grado di abbassare la pressione arteriosa e di attenuare disturbi a carico del sistema nervoso.
Crea un senso di pace e scioglie la rabbia che è ostacolo alla meditazione, alla guarigione e a tutte le attività spirituali.
Il suo profumo allontana il dubbio, l’insicurezza, l’instabilità e i sentimenti bloccati.

GERANIO parola chiave: EQUILIBRIO

Effetti della fragranza: facilita la comunicazione, apporta fiducia e risveglia i sensi.
Per chi ha bisogno di sentirsi incoraggiato. Solleva gli spiriti affaticati, riequilibrante, utile in caso di problemi nervosi ed emotivi, ansia e depressione.
È un profumo che invita a rilassarsi a star bene con se stessi, a lasciarsi viziare. Nelle situazioni difficili in cui è necessario creare un’atmosfera di armonia.
Aiuta il processo di trasformazione individuale.

GG-una-creativita-di-carta-e-di-fiori-350x260

ROSA parola chiave: DIVINO

Effetti della fragranza: evaporato negli ambienti in cui si soggiorna favorisce il rilassamento e il buon umore, dona armonia ed aiuta ad avere fiducia in se stessi equilibrando emozioni negative di collera, gelosia e stress.
Contrasta disperazione, rabbia, esaurimento e angoscia.
Aiuta ad aprirsi alla saggezza universale, che riconosce la verità estrema della necessità delle cose.
I fiori sono indicati per favorire il processo di trasformazione individuale, in quanto il fiore rappresenta proprio questo: la capacità di far morire qualcosa per consentire poi la rinascita.
Questa è la base dell’alchimia spirituale. La rosa lavora sulla capacità di cambiare dando un senso di leggerezza e gioiosità.

 

PETIT GRAIN parola chiave: PULIZIA

Utilizzi nei diffusori: antisettico.
Effetti della fragranza: effetto addolcente sul nostro cuore, elimina la tristezza e la delusione, contrasta ansia, agitazione, apprensione.
È l’ideale per creare un’atmosfera pulita e rilassata in ambienti frequentati da molte persone.
Si utilizza nelle convalescenze, nell’insonnia, nell’esaurimento nervoso.
Calma la rabbia e il panico. Dona sicurezza quando si è giù e chiarisce la mente.
L’azione rivitalizzante di petit grain allontana pensieri negativi e tristi.

 

GELSOMINO parola chiave: PIACERE

Effetti della fragranza: antistress, scaccia paura e depressioni. Allevia il travaglio durante il parto.
Difficoltà nei rapporti personali e nell’espressione della propria sessualità. Per eliminare il dolore e il pessimismo.

 

VANIGLIA parola chiave: SEDUZIONE

Effetti della fragranza: afrodisiaco, nei momenti di delusione e sconforto, per chi teme di perdere il controllo.
Rilassa e addolcisce ogni conflitto. Elimina le frustrazioni. Paura e senso di abbandono.
Suscita una sensazione di benessere e di rilassamento, ed è un ottimo antidepressivo.
Il suo aroma combatte l’aggressività, l’eccitazione e lo stress.

I profumi delle emozioni: Gioia

IL RACCONTO DEI PROFUMI DELLE EMOZIONI

ogni parola assume senso e potenza solo se intesa nella mente di chi l’ha creata..

All’inizio pensavo che le emozioni fossero semplici da comprendere e quindi ho chiamato la mia serie EMOZIONI senza preoccuparmi di esprimere con chiarezza cosa c’è dietro ogni emozione, ogni profumo.

Adesso sento chiaramente che la ricchezza interiore di ogni nota mi chiede un’espressione di dettaglio.

Voglio allora raccontare attraverso un singolo scatto quali sensazioni, ricordi, desideri mi hanno ispirato nella creazione dei profumi delle emozioni.

E’ un regalo che faccio a me stessa e a tutti voi: emozioni narrate, fotografate, vissute.

GIOIA

È fine maggio, apro le finestre che danno sul giardino e un profumo morbido e intenso mi solletica la voglia di uscire: è la rosa.

Gialla, rosa, bianca, rossa di velluto… tutte le mie rose profumano come un nettare degli dei.

Il giardino in maggio è un Eden, un paradiso in cui sorseggiare acque aromatiche dondolandosi pigramente all’ombra del magnifico gelsomino che ricopre tutta la parete.

Voglio solo lasciarmi trasportare dai profumi, ricordarmi della mia infanzia, delle domeniche da bambina vestita per la festa, del viaggio a Sorrento che ogni anno facevamo tutti insieme nelle vacanze estive, dei picnic in pineta al mare, della gita di Pasquetta.

Voglio tenere questo sorriso dentro di me per sempre…. Gioia.

Prodotto con oli essenziali di:

ROSA parola chiave: DIVINO

Effetti della fragranza: evaporato negli ambienti in cui si soggiorna favorisce il rilassamento e il buon umore, dona armonia ed aiuta ad avere fiducia in se stessi equilibrando emozioni negative di collera, gelosia e stress.
Contrasta disperazione, rabbia, esaurimento e angoscia.
Aiuta ad aprirsi alla saggezza universale, che riconosce la verità estrema della necessità delle cose.
I fiori sono indicati per favorire il processo di trasformazione individuale, in quanto il fiore rappresenta proprio questo: la capacità di far morire qualcosa per consentire poi la rinascita.
Questa è la base dell’alchimia spirituale. La rosa lavora sulla capacità di cambiare dando un senso di leggerezza e gioiosità.

GELSOMINO parola chiave: PIACERE

gelsomino-potatura_NG5Effetti della fragranza: antistress, scaccia paura e depressioni. Allevia il travaglio durante il parto.
Difficoltà nei rapporti personali e nell’espressione della propria sessualità. Per eliminare il dolore e il pessimismo.

BENZOINO parola chiave: SPOSTARE

Effetti della fragranza: calmante e rilassante ottimo nelle miscele sensuali, abbassa le inibizioni.
Distoglie da un pensiero, indicato per i caratteri infiammabili.
Il benzoino è unʹessenza deliziosa, di cui Baudelaire diceva che “canta il trasporto dello spirito e dei sensi”, ha un odore caldo, dolce e leggermente vanigliato.
Resina riscaldante che lavora in profondità e aiuta a rimarginare ferite profonde; aiuta a liberarsi dal senso del giudizio, dal rimorso e dal senso di colpa.

CEDRO LEGNO parola chiave: TRASFERIRE

Utilizzi nei diffusori: espettorante e balsamico.
Effetti della fragranza: favorisce l’autostima e la consapevolezza, equilibrante.
Quando ci si sente minacciati e scavalcati. Stimola la ghiandola pineale a rilasciare ormoni come la melatonina e l’ormone della crescita.
È un olio molto attivo sulla psiche, che stimola la chiarezza e aiuta a portare in superficie quello che è racchiuso nel profondo.
Le conifere aiutano a farci sentire solidi e a trovare in noi le risorse per fronteggiare la vita.

SANDALO parola chiave: AVVOLGERE

Utilizzi nei diffusori: antisettico e antitussivo.
Effetti della fragranza: rivitalizzante per depressione, mancanza di vitalità e dopo una crisi.
Per aprirsi al mondo, stimola la comunicazione verso gli altri e su più piani.
Egoismo. Ossessioni. L’olio essenziale di sandalo, promuovendo calma e serenità, è usato come aiuto per la meditazione.
Ha forte azione sul liberare le emozioni racchiuse nel petto, favorisce la liberazione da pensieri ossessivi e fissazioni, per consentire il cambiamento e la liberazione dal passato.

I profumi delle emozioni: Buonumore

IL RACCONTO DEI PROFUMI DELLE EMOZIONI

ogni parola assume senso e potenza solo se intesa nella mente di chi l’ha creata..

All’inizio pensavo che le emozioni fossero semplici da comprendere e quindi ho chiamato la mia serie EMOZIONI senza preoccuparmi di esprimere con chiarezza cosa c’è dietro ogni emozione, ogni profumo.

Adesso sento chiaramente che la ricchezza interiore di ogni nota mi chiede un’espressione di dettaglio.

Voglio allora raccontare attraverso un singolo scatto quali sensazioni, ricordi, desideri mi hanno ispirato nella creazione dei profumi delle emozioni.

E’ un regalo che faccio a me stessa e a tutti voi: emozioni narrate, fotografate, vissute.

BUONUMORE

La sera al bar in piazza per l’aperitivo; un gruppo di amici chiacchiera allegramente, è venerdì sera e tutto il weekend davanti ti dà la carica per lasciare che la settimana scivoli via con i suoi impegni fitti, le riunioni, i ritardi e le beghe.
Adesso basta, per due giorni mi dedico a me.
Sento un profumo caldo nell’aria, agrumi … fiori … che dolcezza, il mio cuore si scioglie … un dito di vino bianco frizzante.

Sono pronta. La notte è mia. Adesso. Mi guardo intorno …. Buonumore.

Prodotto con oli essenziali di:

LIMONE

parola chiave: ATTIVATORE
Utilizzi nei diffusori: antisettico e purificante, è indicato specialmente negli ambienti fumosi, per rinfrescare e profumare l’aria.
Aiuta ad allontanare il vizio del fumo.
Effetti della fragranza: antidepressivo e ansiolitico, migliora l’umore e porta la felicità.
Ha la capacità di alleviare la paura, alimenta la fiducia in se stessi, rallegra lo spirito.
Il suo profumo dolce, fresco e floreale lo rende molto gradito. Negli stati di convalescenza e di prostrazione fisica e psicologica rinvigorisce e stimola, calma i nervi, le tensioni da stress e gli stati d’ansia.

BERGAMOTTO

parola chiave: SOLLEVARE
Utilizzi nei diffusori: antisettico e purificante, è indicato specialmente negli ambienti fumosi, per rinfrescare e profumare l’aria.
Aiuta ad allontanare il vizio del fumo.
Effetti della fragranza: antidepressivo e ansiolitico, migliora l’umore e porta la felicità.
Ha la capacità di alleviare la paura, alimenta la fiducia in se stessi, rallegra lo spirito.
Il suo profumo dolce, fresco e floreale lo rende molto gradito.
Negli stati di convalescenza e di prostrazione fisica e psicologica rinvigorisce e stimola, calma i nervi, le tensioni da stress e gli stati d’ansia.
Ci aiuta a capire che il conflitto fa parte della vita ma la vita non è sempre conflitto.

MANDARINO

parola chiave: ABBRACCIO
Utilizzi nei diffusori: disinfetta l’aria.
Effetti della fragranza: ansia, insonnia, depressione.
Fa sentire protetti e sicuri, ottimo per i bambini piccoli quando si sentono impauriti o sperduti.
Adatta ai giovani e agli adolescenti inquieti. Calma le paure. Contro l’irritabilità e il nervosismo.
Rappresenta la capacità di aprire il cuore per consentirci di sperimentare la felicità.

OliARANCIA

parola chiave: RISVEGLIO
Utilizzi nei diffusori: balsamico e purificante.
Effetti della fragranza: riscalda l’atmosfera e la rende più frizzante. Facilita la concentrazione e lo studio delle materie umanistiche.
Porta gioia e felicità, combatte le paure e la freddezza dell’animo.
Aiuta a dissolvere paure e tristezze. Crea atmosfere calde e rilassanti in cui immergersi per ritrovare il naturale senso di allegria e ottimismo.
Lo stimolo creativo derivato dal suo impiego lo annovera tra gli oli preferiti dagli artisti.
Rappresenta la capacità di aprire il cuore per consentirci di sperimentare la felicità.

GELSOMINO

parola chiave: PIACERE
Effetti della fragranza: antistress, scaccia paura e depressioni. Allevia il travaglio durante il parto.
Difficoltà nei rapporti personali e nell’espressione della propria sessualità.
Per eliminare il dolore e il pessimismo.

BENZOINO

parola chiave: SPOSTARE
Effetti della fragranza: calmante e rilassante ottimo nelle miscele sensuali, abbassa le inibizioni.
Distoglie da un pensiero, indicato per i caratteri infiammabili.
Il benzoino è unʹessenza deliziosa, di cui Baudelaire diceva che “canta il trasporto dello spirito e dei sensi”, ha un odore caldo, dolce e leggermente vanigliato.
Resina riscaldante che lavora in profondità e aiuta a rimarginare ferite profonde; aiuta a liberarsi dal senso del giudizio, dal rimorso e dal senso di colpa.

CEDRO LEGNO

parola chiave: TRASFERIRE
Utilizzi nei diffusori: espettorante e balsamico.
Effetti della fragranza: favorisce l’autostima e la consapevolezza, equilibrante.
Quando ci si sente minacciati e scavalcati. Stimola la ghiandola pineale a rilasciare ormoni come la melatonina e l’ormone della crescita.
È un olio molto attivo sulla psiche, che stimola la chiarezza e aiuta a portare in superficie quello che è racchiuso nel profondo.
Le conifere aiutano a farci sentire solidi e a trovare in noi le risorse per fronteggiare la vita.

I profumi delle emozioni: Felicità

Il racconto dei profumi delle emozioni

Ogni parola assume senso e potenza solo se intesa nella mente di chi l’ha creata..

All’inizio pensavo che le emozioni fossero semplici da comprendere e quindi ho chiamato la mia serie EMOZIONI senza preoccuparmi di esprimere con chiarezza cosa c’è dietro ogni emozione, ogni profumo.

Adesso sento chiaramente che la ricchezza interiore di ogni nota mi chiede un’espressione di dettaglio.

Voglio allora raccontare attraverso un singolo scatto quali sensazioni, ricordi, desideri mi hanno ispirato nella creazione dei profumi delle emozioni.

È un regalo che faccio a me stessa e a tutti voi: emozioni narrate, fotografate, vissute.

FELICITÀ

Quando il sabato pomeriggio alla fine di marzo porti i tuoi figli in campagna in bicicletta a raccogliere i fiori di campo e il vento tiepido fa scorrere in cielo nuvole fresche e leggere che ti salutano veloci.

Hai portato con te un pallone leggero per lasciare i bimbi a giocare mentre ti crogioli al sole stesa su un plaid a quadretti verdi, che si intona con il prato.

Quel languore di benessere che provi è forse la primavera?

Ascolta bene…si è la primavera, ma quella che è dentro di te, è la tua vita di ogni giorno, devi solo osservarla e la troverai nei tuoi gesti quotidiani, nel tuo esserci.

Felicità. Ogni giorno. Per te.

Prodotto con oli essenziali di:

BERGAMOTTO

parola chiave: SOLLEVARE
Utilizzi nei diffusori: antisettico e purificante, è indicato specialmente negli ambienti fumosi, per rinfrescare e profumare l’aria.
Aiuta ad allontanare il vizio del fumo.
Effetti della fragranza: antidepressivo e ansiolitico, migliora l’umore e porta la felicità.
Ha la capacità di alleviare la paura, alimenta la fiducia in se stessi, rallegra lo spirito.
Il suo profumo dolce, fresco e floreale lo rende molto gradito.
Negli stati di convalescenza e di prostrazione fisica e psicologica rinvigorisce e stimola, calma i nervi, le tensioni da stress e gli stati d’ansia.

 

YLANG YLANG

parola chiave: SERENITÀ
Utilizzi nei diffusori: rallenta la respirazione e i battiti.
Effetti della fragranza: afrodisiaco, freddezza nei sentimenti, blocchi emotivi, difficoltà a mostrare dolcezza.
Odio, eccessi di collera, freddezza interiore. L’essenza svolge un’azione calmante e sembra essere in grado di abbassare la pressione arteriosa e di attenuare disturbi a carico del sistema nervoso.
Crea un senso di pace e scioglie la rabbia che è ostacolo alla meditazione, alla guarigione e a tutte le attività spirituali.
Il suo profumo allontana il dubbio, l’insicurezza, l’instabilità e i sentimenti bloccati.

POMPELMO

parola chiave: SBLOCCARE
Utilizzi nei diffusori: antisettico.
Effetti della fragranza: stimola concentrazione e attenzione, superlavoro, stress.
L’olio essenziale di pompelmo è tonico ed euforizzante, contrasta gli esaurimenti sia mentali che fisici. Eccellente per stimolare l’autostima e la coscienza del proprio valore, ottimo al mattino quando ci si sente depressi e giù di morale perché trasmette voglia di vivere, leggerezza e benessere.
Tratta le condizioni di flemma che sono le nostre ossessioni e i rimpianti.

contenitori per idrolati purissimiARANCIA

parola chiave: RISVEGLIO
Utilizzi nei diffusori: balsamico e purificante.
Effetti della fragranza: riscalda l’atmosfera e la rende più frizzante. Facilita la concentrazione e lo studio delle materie umanistiche.
Porta gioia e felicità, combatte le paure e la freddezza dell’animo. Aiuta a dissolvere paure e tristezze. Crea atmosfere calde e rilassanti in cui immergersi per ritrovare il naturale senso di allegria e ottimismo.
Lo stimolo creativo derivato dal suo impiego lo annovera tra gli oli preferiti dagli artisti.
Rappresenta la capacità di aprire il cuore per consentirci di sperimentare la felicità.

CEDRO LEGNO

parola chiave: TRASFERIRE
Utilizzi nei diffusori: espettorante e balsamico.
Effetti della fragranza: favorisce l’autostima e la consapevolezza, equilibrante.
Quando ci si sente minacciati e scavalcati. Stimola la ghiandola pineale a rilasciare ormoni come la melatonina e l’ormone della crescita.
È un olio molto attivo sulla psiche, che stimola la chiarezza e aiuta a portare in superficie quello che è racchiuso nel profondo.
Le conifere aiutano a farci sentire solidi e a trovare in noi le risorse per fronteggiare la vita.

piante aromatiche

La Profumeria Botanica

Molti di noi non sanno cosa sia la profumeria botanica, perché di fatto, nonostante sia veicolo di vero benessere, non è molto diffusa.

Non è strano, fa semplicemente parte del sistema globale.
Mi spiego meglio, oggigiorno ognuno di noi vive immerso in miliardi di stimoli quotidiani, la maggior parte dei quali sono stimoli visivi, ma moltissimi sono stimoli olfattivi; in poche parole siamo sommersi dalle immagini e dagli odori.

Migliaia di odori, soprattutto artificiali, penetrano le nostre narici, così tanto che abbiamo assuefatto il delicato senso dell’olfatto agli odori della chimica di sintesi, odore di petrolio, di plastica, di asfalto, di carburante, di detersivo, di disinfettante.

Moltissimi allievi dei miei corsi rimangono sbalorditi quando gli faccio annusare l’olio essenziale di lavanda, uno dei più comuni, che fa parte della memoria olfattiva di ognuno di noi.

Purtroppo tanti non lo riconoscono, perché il loro olfatto ha memorizzato il profumo di lavanda del detersivo per lavatrice o del detergente per pavimenti, frutto della pura chimica che seleziona alcune componenti della lavanda, le ricrea in laboratorio e ci insegna che quello è il profumo della lavanda.

Mi ricorda tanto il fenomeno della selezione della moda: noi non troviamo nei negozi le vere e intere collezioni delle case di moda, ma solo quello che il buyer ha deciso di farci trovare nei negozi.

Oggi quasi nessuno va in campagna ad annusare i fiori, gli alberi, la terra, quasi tutti invece conosciamo l’aroma del muschio bianco, quello dei detersivi, dei profumi estetici, odore inesistente in natura.
Voglio dire che il condizionamento olfattivo contemporaneo è tale che riappropriarsi degli odori naturali per utilizzarli per il nostro benessere, imparare che ogni odore naturale agirà sulla nostra memoria olfattiva e di conseguenza sul nostro inconscio attivando tutta una serie di trasformazioni personali, è un lavoro arduo che richiede conoscenza, impegno e determinazione.

Quando io ero bambina, vivendo in un piccolo paese, avevo un contatto stretto con la campagna, con i fiori, con la frutta; uno dei giochi preferiti era quello di spruzzarci schiacciando la buccia dei mandarini, in poche parole ci facevamo aromaterapia ed eravamo sereni, e ridevamo sempre.

Oggi i nostri figli non riconoscono nemmeno l’odore di mandarino, perché probabilmente non inseriscono la frutta nei videogiochi.
Tutti gli odori naturali hanno naturali principi attivi e proprietà che agiranno sul nostro fisico e sulla nostra mente, anche se noi non ci crediamo o non vogliamo, proprio come quando schiacciavamo la buccia dei mandarini e ridevamo felici.

La profumeria botanica utilizza esclusivamente materie naturali e questo è un punto di forza, ma al contempo è un problema di mercato perché l’aroma sarà leggermente diverso ogni volta che utilizzeremo un diverso lotto di oli essenziali.
Inoltre il profumo naturale non avrà mai lo stesso sentore dei profumi classici in base d’alcol, frutto, per la maggior parte, di sostanze di sintesi, di rielaborazione e creazione di molecole inesistenti in natura.

La profumeria classica è una profumeria prettamente estetica che sacrifica il potere delle sinergie e delle proprietà degli oli essenziali, a favore di un prodotto gradevole all’olfatto ma soprattutto economico.
Quello che si paga oggi in una scintillante boccetta di vetro molato o di cristallo è al 90% la confezione.

Il profumo naturale, proprio per essere coerente, non richiede boccette preziose, quello che si paga acquistandolo è il contenuto e non il contenitore.

Proprio per questo l’etica della profumeria botanica non è adatta a tutti, solo alcuni potranno goderne: coloro che amano le cose naturali, che ricercano il benessere, che sono attenti all’ecologia e al green, e soprattutto coloro che non sopportano i profumi chimici e come me soffrono di nausea e mal di testa al solo passare davanti ad una profumeria.

La profumeria botanica inoltre, per le proprietà intrinseche agli oli essenziali che la compongono, è uno strumento molto potente per sanificare l’aria, eliminare i cattivi odori, ridurre muffe, batteri e virus, deodorare l’aria in modo delicato ed efficace, donare comfort e piacevolezza agli ambienti in cui viene diffusa, creare atmosfere che oggettivamente lavorano sul nostro umore.

Per avvicinarsi alla profumeria botanica, un buon esercizio è quello di cominciare ad annusare tutte le così naturali che ci circondano, i fiori, le piante, gli alberi, l’aria, la frutta.

L’esercizio olfattivo, oltre a migliorare la nostra capacità di riconoscere gli odori, di usufruire dei principi attivi delle sostanze naturali, e di metterci in contatto con le nostre memorie olfattive attivando tutta una serie di ricordi inconsci, è un valido sistema per recuperare la qualità di olfazione di chiunque abbia un problema di anosmia che non dipenda dalla frattura del nervo olfattivo.

Possiamo perciò affermare con certezza che la profumeria botanica non è solo profumeria estetica, ma soprattutto è uno strumento di benessere psicofisico.

I suoi vantaggi consistono nel creare atmosfere sanificate e stimolanti per il nostro comfort psicofisico e di non avere effetti collaterali (ad eccezione di specifiche intolleranze), e il suo limite è dato dalla impossibilità materiale di ricreare esattamente lo stesso identico profumo.

A voi la scelta.